Andrea Mattarollo © Siti Internet e promozione sul Web

ANALISI DEL SITO WEB (PARTE 1A)

Il tuo Sito Web piace a Google?

Scopri se il tuo sito possiede le caratteristiche richieste da Google per un buon posizionamento nei risultati di ricerca. Dal posizionamento su Google per le parole chiavi importanti per il tuo business dipende  la sua visibilità sui motori di ricerca e quindi il successo di un sito web. Ti diamo la possibilità di scoprire alcune di queste caratteristiche testandole sul tuo sito con alcune veloci verifiche.

 

    1. E' un Sito Web Responsive?
    2. E' ottimizzato per Google?
    3. Cosa pensa Google delle tue "parole chiave"?

 

 
E' un Sito Web Responsive?

E' un Sito Web Responsive?

Si adatta agli smartphone e ai tablet?
Oggi un sito deve essere responsive: più del 50% degli utenti utilizza lo smartphone o l'iphone.
Un sito che non è responsive perde anche gli utenti che usano il computer perchè risulta evidente che si tratta di un sito datato. L'azienda verrà quindi associata ad una idea di ritardo tecnologico e incapacità di adattarsi ai cambiamenti.


E' ottimizzato per Google?

  E' ottimizzato per Google?


I parametri del sito sono quelli richiesti da Google
Se il vostro sito web non rispetta i parametri richiesti da Google, Google non lo posizionerà mai nella prima pagina.
Questo è il pane quotidiano del SEO, il professionista che ottimizza il sito per renderlo rilevante per i motori di ricerca, a partire da Google.

Detto così sembra facile: in realtà stiamo parlando di una serie di attività tecniche, ma non solo tecniche (ad esempio è necessario che i testi delle pagine siano significativi, coerenti, originali e ben scritti -per cominciare-) e quindi con la possibile partecipazione anche di altre figure professionali, come il Copywriter, il link builder, ecc.

Ma l'ottimizzazione tecnica del sito è comunque la base -necessaria- su cui si possono appoggiare tutti gli altri elementi che rendono un sito significativo per Google.

 

 Ma lo sapevi che...

  • Google legge l'URL delle pagine del sito: è quindi fondamentale che siano "comprensibili":
    • SI!   www.hoteldavide.com/le-nostre-camere.html
    • NO!  www.hoteldavide.com/pagina.phpid=342&=gold
  • Google "pesa" le immagini del sito: immagini molto "pesanti" in KB ritardano il caricamento della pagina e diventano un fattore negativo per il posizionamento.  
  • Metatag, questi sconosciuti: stiamo parlando di contenuti nascosti, che noi non leggiamo direttamente nelle pagine del sito, ma che vengono letti dai browser e da Google: è importante che questi contenuti delle singole pagine innanzitutto ci siano, siano coerenti con gli altri contenuti e aiutino Google a comprendere di cosa parla la pagina.
  • I Meatatg più importanti sono: Title e Description, mentre le Parole chiave oggi sono meno significative per l'ottimizzazione.

 

 


Cosa pensa Google delle tue

  Cosa pensa Google delle tue "parole chiave"?

Quando cerchi su Google il prodotto e il servizio che offri, in quale pagina compare il tuo sito?
E in quale posizione della pagina? 

Conosci il numero di ricerche che vengono fatte mensilmente per le "parole chiave" che ti interessano?

Il tuo sito e i tuoi contenuti sono stati ottimizzati per queste parole chiave?

  

 Ma lo sapevi che...

  • Il 95% delle persone clicca solo tra i risultati della 1a pagina di Google
  • Solo il 3% nella 2a e il 2% nella 3a pagina di Google
  • Se sei in prima posizione, nella prima pagina, riceverai il 35% dei click complessivi
  • Esistono sofisticati tools che permettono di scoprire il numero di ricerche su specifiche parole chiave e le strategie SEO dei tuoi concorrenti
  • Il lavoro del professionista SEO è quello di ottimizzare un sito web per migliorare il suo posizionamento e ottenere il maggior numero di contatti possibili.

  

Fallo tu: adesso!

  • Vediamo se il tuo sito è posizionato per la parola chiave più importante per il tuo business. La parola chiave deve essere diversa dal nome del tuo brand (non "Pizzeria La carbonella", ma "pizzeria treviso", non "B&B Liolà" ma "b&b padova"):
  1. se sei loggato su Google, sloggati (esci) cliccando in alto a destra sulla tua foto o sul tuo simbolo:

    esci dal profilo google 600x125


  2. I risultati di Google vengono personalizzati sulla base di molte variabili (a titolo di esempio: la nostra posizione geografica, lle nostre ricerche precedenti, ecc.) e i risultati vengono in questo modo personalizzati.
  3. Quindi se inseriremo una parola chiave relativa alla nostra attività, Google farà apparire tra i primi risultati il nostro sito: ma potrebbe non farlo se a cercare quella parola chiave è un utente diverso. E noi come possiamo saperlo?
  4. Per metterci nei panni di una persona che non ci conosce (che potrebbe diventare un nostro cliente) Google ci viene incontro con la funzione VERBATIM: seleziona STRUMENTI, quindi TUTTI I RISULTATI e infine VERBATIM. Ora la ricerca ti mostrerà i risultati privi di qualsiasi personalizzazione.

    seleziona verbatim google


  5. Ora possiamo fare una prima valutazione del posizionamento del nostro sito per le parole chiavi che sono importanti per il nostro business.